Fashion

I migliori look dell’Haute Couture PE 2019: dai fiori a Pierrot per celebrare l’alta moda

By  | 

Cari amici,

Sapevate che affinché un marchio di moda venga ufficialmente considerato una casa haute couture deve presentare alcuni requisiti ben precisi, stabiliti congiuntamente dal Ministero dell’Industria francese e dalla Fédération Française de la Haute Couture. Secondo quanto riporta Vogue UK è necessario che sia dotato di un atelier interno composto da un minimo di 15 lavoratori assunti a tempo pieno, che gli abiti siano ideato su misura per il cliente e che poi vengano realizzati da un team con almeno 20 sarti professionisti. Inoltre, la suddetta casa dovrà partecipare due volte l’anno, a gennaio e a luglio, alle sfilate che gli permetteranno di presentare al mondo i 35 modelli rappresentativi del marchio.

Ora si spiega, dunque, il perché dietro a tutto questo hype che si crea intorno agli eventi che riguardano l’alta moda e l’aurea di esclusività che si respira. E’ per questo, anche, che la cifra di una sfilata di haute couture sia l’esagerazione. Acconciature e trucco devono essere all’altezza degli stili selezionatissimi e, anzi, dove possibile esaltarne le particolarità.

Non a caso questo è quello che abbiamo potuto apprezzare dei beauty look che hanno caratterizzato l’appuntamento di gennaio 2019. Il tema, come ogni anno, è la primavera che verrà e gli spettacoli couture si sono rivelati ancora più lussuosi e stravaganti del solito, caratterizzati da un livello di fantasia, complessità e artigianalità che rivaleggiava con i vestiti unici che erano stati creati per completare. Vediamone alcuni tra i più particolari.

 

Christian Dior

Il punk ha incontrato Pierrot, una maschera francese, per la sfilata/performance circense di Christian Dior. Con un’attenzione particolare per gli occhi, il makeup artist Peter Philips ha utilizzato strati di eyeliner nero per valorizzare lo sguardo delle modelle. “Ci siamo concentrati sugli occhi realizzando un trucco ispirato a Pierrot con un finale leggermente punk e messy. Per la pelle abbiamo utilizzato Dior Backstage Face and Body Foundation, sugli occhi il Dior Onstage Liner in Matte Black, il Dior Black Khôl Liner e la palette Dior 5couleur per sfocare i bordi”, ha scritto Philips sul suo profilo Instagram.

I migliori look dell'Haute Couture PE 2019: da Asia Argento a Pierrot per celebrare l'alta moda

Alexis Mabille

Da Alexis Mabille i fiori sono di casa. Ma questa volta, per mano dell’hair stylist Beppe D’Elia, si spogliano dell’intrinseco romanticismo creando headpiecesbarocchi, ma estremamente contemporanei. Vanno a incorniciare un trucco fluo, ma soft, come fosse un’emanazione dei fiori stessi, a tutta palpebra, nei toni del rosso aranciato.

I migliori look dell'Haute Couture PE 2019: da Asia Argento a Pierrot per celebrare l'alta moda

Valentino

Lo sguardo da Valentino si veste di lunghe piume, coloratissime. O di fiorivagamente scintillanti dipinti ad arte, come si fa sulla porcellana, intorno agli occhi. Il look è stato realizzato da Pat McGrath. Floreale, tropicale, a completare la “visione” di Pierpaolo Piccioli.

I migliori look dell'Haute Couture PE 2019: da Asia Argento a Pierrot per celebrare l'alta moda

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *